Oggi, 27 gennaio 2020, ricorre la giornata della memoria: una data che commemora l’orrore della Shoah, che ha mietuto milioni di vittime innocenti.

Per riflettere su questo avvenimento, questa mattina ci è stata proposta la visione della testimonianza di Liliana Segre, avvenuta a Milano una settimana fa e rivolta a una platea di giovani studenti.

La senatrice ha ripercorso lo svolgimento della persecuzione contro il popolo ebraico a partire dall’istituzione delle leggi razziali in Italia alla sconvolgente personale esperienza nel campo di concentramento di Auschwitz: un racconto doloroso ma necessario perché, come ha detto lei stessa, “la memoria vale proprio come vaccino contro l’indifferenza”.

Liliana Segre, con la sua forza, determinazione e chiarezza, ha saputo coinvolgere il pubblico e trasmettere ad esso non solo i suoi ricordi, ma anche i suoi stati d’animo, le sue riflessioni, l’atmosfera di terrore del tempo, facendo confronti anche con le situazioni odierne, toccando temi quali il bullismo e il razzismo.

Un racconto da cui traspare tutto il suo amore per la vita e per la gioventù, che necessita di essere ascoltato… per non dimenticare.

https://youtu.be/uHdbc9plD8U